This user has not added any information to their profile yet.

Videochiamata
Ciao! sono Lucia Cipriani Avena, Psicologa iscritta all’Albo degli Psicologi del Veneto (n° 11996) e Psicoterapeuta in formazione presso la scuola Analitico-Transazionale CentroPsi di Milano. Ho conseguito vari Master tra cui uno sui Disturbi Specifici dell’Apprendimento e un altro in Psicodiagnosi.
Questo sciorinamento di titoli, però, non è la presentazione che vorrei passasse su di me: non siamo qui per fare un elenco della spesa.

Io mi occupo di storie.
La mia inizia tanti anni fa, quando ancora ero una ragazzina con poco gusto estetico e con un’orripilante e vergognosa passione per i romanzetti rosa di serie zeta. Prima di innamorarmi della psicologia, mi sono innamorata della scrittura. Scrivevo e leggevo storie di continuo. E’ lì che mi sono detta che volevo non solo sentirle raccontare ma volevo aiutare le persone a vedere la bellezza delle proprie storie.

È iniziato così un interminabile percorso fatto di esami, studi, tirocini, altri esami, altri tirocini, due lauree, altro tirocinio, Esame Abilitante, lavori più o meno sottopagati, libera professione, tirocini, master, tirocini, una lunga psicoterapia personale, tasse, scuola di specializzazione, altre tasse, altri tirocini.
Ormai quando conosco qualcuno mi aspetto che mi proponga un tirocinio conoscitivo.
Questo lungo viaggio non mi è stato utile solo a compilare scartoffie, ma mi ha insegnato a guardare le storie che prima mi piacevano tanto sotto un’altra luce.
Non bastava cioè saper cogliere le storie degli altri, bisogna anche vestire i panni del protagonista, sapere cosa significa camminare con le sue scarpe, senza giudizio e legittimando il suo vissuto, e soprattutto, capire come farlo.

Lo psicologo, la psicologia, e in particolare io, faccio questo: scopro storie, e grazie all’intimità e alla relazione con l’altro, aiuto la persona guardare la propria storia da diverse prospettive, fino a quando non riuscirà a vedere l’angolazione del proprio racconto che lo farà sentire meglio.

Cosa significa questo nel concreto?
Significa fare un percorso. Che tu sia un adulto, un giovane adulto o un adolescente, questo non sempre sarà facile, né sarà sempre piacevole. Ma farlo ti permetterà di prenderti cura del tuo benessere psicologico, trovando dentro di te le risorse necessarie per prendere in mano la tua vita. Tra le problematiche di cui mi occupo ci sono le difficoltà relazionali, i problemi famigliari, disturbi legati all’ansia, disturbi dell’umore, stress legato a questioni universitarie o lavorative.

Il mio è un approccio dinamico e integrato, ovvero prevede l’utilizzo di vari modelli e tecniche derivate da diverse teorie.
Il modello di base che utilizzo è l’Analisi Transazionale. Questo approccio approfondisce soprattutto le risorse dell’individuo e ci permette di lavorare in modo semplice e per obiettivi, senza però tralasciare le profondità e le sfaccettature dell’essere umano.
A questo integro vari altri modelli, tra cui dinamico, esistenziale, sistemico-relazionale, procedure immaginative, cognitivo-comportamentale, arti espressive.
Nel caso fosse necessario, e sempre dopo un’attenta valutazione condivisa con te, potremmo anche utilizzare qualche test psicologico che possa aiutarci meglio a capire quali sono i nodi da toccare.

Perché utilizzare tanti modelli?
Perché siamo tutti diversi, e sembra un filo utopistico pensare che un unico approccio possa andare bene per tutti in ogni momento. Pensalo come se fosse un vestito: se io uscissi il 15 di Agosto alle 14 in maglioncino di lana, cappello, sciarpa e guanti non solo sembrerei ridicola, ma dopo poco probabilmente mi scioglierei al sole. Cucire addosso il proprio vestito personale, ovvero avere in mente la terapia adatta al singolo individuo, permette di raggiungere il proprio benessere psicologico in tempi più rapidi e con meno fatica.

E allora, sei pronto ad iniziare?
In fondo, si tratta solo di aprire la prima pagina del tuo libro.
Psicologia Criminologica e Forense (Università di Torino)
04896460237
Veneto
11996